Azienda

1974
  • Fondazione Ecoplast

  • Ecoplast si affaccia al mondo dello stampaggio materie plastiche orientata alla tutela dell’ambiente. Inizia così a stampare i già conosciuti Anelli Rashing e Pall diversificandosi dalla concorrenza per l’utilizzo di materiali speciali come Teflon, PVC e PVDF.
1982
  • Nasce il BIO-ECO

  • Ecoplast nel 1982 dà vita ad un progetto: realizzare un corpo di riempimento finalizzato al trattamento di acque reflue. Il progetto aveva lo scopo di sostituire i tradizionali riempimenti ovviando agli inconvenienti degli stessi. Ecco che nasce BIO-ECO, con altissimo volume specifico, basso peso, alto indice di vuoto, massima permeabilità e semplice installazione.
1990
  • Turbo disc

  • Con l’esperienza acquisita con il BIO-ECO si è giunti alla realizzazione di un rotore biologico denominato
    TURBO-DISC. Obiettivo di questo progetto era la costruzione di un rotore che doveva rispondere ai seguenti requisiti: semplice controllo del processo, eccellente resistenza ai sovraccarichi, bassi costi energetici, manutenzione e volumi limitati, trasferimento diretto dell’ossigeno, elevati rendimenti di rimozione del BOD, assenza di rumore, assenza di areosol, facilità di trasporto e montaggio.
1995
  • Eco-Ring

  • ECOPLAST da vita all’ECO-RING, l’evoluzione dell’anello pall da 1.5”. L’articolo viene creato per differenziarsi ed essere sempre al passo coi tempi.
1996
  • Wind-eco

  • Nel corso degli anni le richieste di mercato inducono Ecoplast a realizzare un riempimento plastico chiamato WIND-ECO, da impiegarsi in filtri percolatori. La sua geometria è stata appositamente sviluppata e sperimentata per la realizzazione di letti aventi massima superficie bagnata in relazione al loro volume (carico idraulico applicabile per mc. di riempimento 0.75/4.50 mc.), così da permettere al WIND-ECO l’applicazione di alti carichi idraulici superficiali ed elevati carichi organici (carico organico applicabile per mc. 2/5 kg. BOD5) minimizzando ogni rischio di intasamento del letto.
2009
  • Trasferimento sede

  • Nel 2009 ECOPLAST trasferisce l’unità produttiva e gli uffici a Lentate sul Seveso dove grazie a un magazzino dedicato di oltre 4.000mq permette ai suoi clienti di avere piena disponibilità del prodotto richiesto.
2010
  • L'evoluzione con Biogreen World

  • Sotto la spinta di un’evoluzione tecnologica ECOPLAST realizza un nuovo corpo di riempimento per impianti MBBR, nato per essere istallato in impianti di depurazione già esistenti e sottodimensionati.
2017
  • Bio-Crystal

  • L’esperienza nel campo del trattamento delle acque reflue con i filtri percolatori permette ad ECOPLAST di realizzare BIO-CRYSTAL da utilizzare in impianti più compatti essendo la superficie specifica di gran lunga superiore ai comuni corpi di riempimento.
Oggi
  • Oggi

  • Attualmente ECOPLAST collabora con una serie di società che operano principalmente a livello pubblico e industriale utilizzando brevetti, metodologie e know-how di sua proprietà.
    Offre servizi che vanno dalla progettazione alla verifica dei dimensionamenti alla consulenza e realizzazione di impianti di depurazione delle acque di scarico e di impianti per il trattamento di aria e fumi.
    Il punto di forza di ECOPLAST è quello di essere l’unica azienda che produce internamente tutti gli articoli presenti nel catalogo, grazie ad un area produttiva che conta più di 15 presse e garantisce ai suoi clienti i più alti standard di rendimenti e qualità.